IL PRIMO SCHUSS DEL GIORNO

Questo diavolo di amico lucano mi fa morire. E’ un avvocato civilista, su Potenza e provincia. Piace il suo amore per le cime del Nord-Est, siano le Pale di S. Martino, il piz Boé o le Tofane. Per ragioni intuibili di privacy, si fa chiamare Bonatti-bis75 (nonostante possa cadere da un pianerottolo, altro che K2).

Quel misto di ebrezza e di paura a malapena sottaciuta. Se da oltre dodici mesi non calzavi gli sci. E a nulla vale ripeterti “che è come andare in bicicletta, una volta imparato, si va da soli..”.

La verità è che:

  • sei imbolsito, le ginocchia di cui andavi fiero quando correvi da giovane nelle campestri liceali, ora sono ingrossate, goffe, con una artrosi di media entità ed occasionali fitte in zona meniscale; 
  • l’allenamento che ripromettevi di fare è rimasto un proposito vuoto. Sono quattro anni che giuri a te stesso “non un’altra stagione; alla prossima giungo preparato!”. Poi niente. Sulle ali di un iniziale slancio, hai scalato 2-3 piani, ogni mattina, in procura. Al quarto giorno, la motivazione si affievoliva, subentrava il gusto accidioso del rinvio e la presciistica, una professione di fede, andava a farsi fottere;
  • a dirla tutta, stai calzando il tuo magnifico scarpone Lange, due misure sopra, quello acquistato decenni fa…vuoi vedere che esistono materiali di concezione più moderna?.

Ciò detto, siete in 5-6 non di più. Salgono ovovie ancora poco affollate.

Hai preteso un secondo caffè nel bar rifugio ristrutturato.

La luce sale piano, la brezza è sferzante.

Il piacere che provi è ambiguo, miscelato ad irrequietezza.

I duemila e passa consentono di ammirare uno spettacolo. Penso al Brenta del mattino. O la vista a grandangolo dal Piz la Ila.  

Chiudi il cellulare e sai che il piacere aumenterà.

E la prima discesa, le prime due curve, potresti gridare dalla gioia. Tu e il nulla. Tu e l’altro da Te, e quell’Altro ti preesiste e ti sopravanza. E sembra dirti: ok ti proteggo. 

D’altronde, il pendio lo conoscevi. Basta misticismo!

Inspiri e vai.

Puoi solo ossequiarlo, lo Spazio grande e puro che ti circonda.

3 pensieri riguardo “IL PRIMO SCHUSS DEL GIORNO

  1. Meraviglia e stupore, gioia assoluta, come la prima discesa all’Armentarola che già è un miracolo essere arrivati su di mattina presto con tutte le strade ghiacciate. A me l'”OK ti proteggo” non arriva tanto nitido, dalla montagnona maestosa, è più uno “statt’accort”

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: